Olga

LA VITTORIA DI BERENICE

 

Omar Galliani, Berenice. Matita su tavola, 2017Ai fallaci trionfi post elettorali preferisco i successi concreti ottenuti in mediazione, maieutica di verità e soluzioni fantasiose altrimenti non visibili ai ciechi contendenti. Berenice, dal greco, è colei che porta la vittoria: da φερω (phero, “che porta”; pherein, “portare”) e νικη (nike, “vittoria”). Il mito della sua chioma ebbe tanta eco nel mondo classico grazie alla sagacia del saggio Conone: scongiurò una guerra e riparò l’offesa alla regina attribuendo la scomparsa della treccia agli dei, ai quali l’offerta era così piaciuta da fissarla come costellazione di stelle nel firmamento. J. Morineau, Il mediatore dell’anima, pag. 118: Per condurre i medianti su questo cammino, i mediatori hanno bisogno di imparare a uscire da se stessi, a dimenticare se stessi per diventare trasparenti, specchio limpido, per poter ricevere l’immagine dell’altro, della sua sofferenza. Non è forse questo che il Cristo ha fatto per noi?”.

In foto Omar Galliani, Berenice. Matita su tavola, 2017. Per gentile concessione di www.eccellentipittori.it – Tutti i diritti riservati.

#artandlaw #arteediritto #eccellentipittori #dirittovivente #artecontemporanea #contemporaryart #avvocatavostra #pandette #pandettecontemporanee #justiceandbeauty #bigpicture #giustiziaebellezza

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi