Olga

COLLABORATIVA PER SUBLIMAZIONE

Nicola Samorì, Serafino. Olio su tavola, 2015Se il collaborativo d’Italia è l’uno su mille dell’avvocatura, logico chiedersi quale perversione lo muova. Pacifismo, utopia, élite, pensiero laterale, c’è tutto. Sarò filologicamente scorretta: sono collaborativa per catarsi. Contrasto la povertà affettiva degli adulti, vagheggio armonia terrena, scovo bellezza nell’indecenza umana, insomma tutte cause perse. Credo come l’impulso vandalico di chi scolpisce o Samorì che buca e sfigura persino i serafini, provo piacere nell’aggredire la materia viva del conflitto, ci metto la cattiveria di constatare quanto siamo brutti, per terapia sublimo scoprendo che c’è un modo migliore. «Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori» (F. De Andrè).

In foto Nicola Samorì, Serafino. Olio su tavola, 2015. Per gentile concessione di www.eccellentipittori.it – Tutti i diritti riservati.

#giustiziaebellezza #justiceandbeauty #bigpicture #artandlaw #arteediritto #eccellentipittori #dirittovivente #artecontemporanea #praticacollaborativa #metodocollaborativo #dirittocollaborativo #collaborativelaw #collaborativepractice #divorziocollaborativo #collaborativedivorce

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi